MENU

Comune di San Vito Romano

L’Olio e L’olivicoltura: le opportunità per il territorio

L’Amministrazione di San Vito Romano, con il contributo dell’ARSIAL, organizza per i giorni 5 e 6 Ottobre l’evento “L’Olio e L’olivicoltura: le opportunità per il territorio”, primo di una serie di progetti che vedranno il comune di San Vito Romano, fresco socio dell’Associazione Nazionale “Città dell’Olio”, impegnato nella valorizzazione di uno dei prodotti cardine dell’agricoltura sanvitese

Nella Sala Conferenze dott. Carlo De Paolis e in Piazza del Governo Vecchio “La Loglia” diverse attività accompagneranno tutti gli appassionati del prodotto in un processo  di valorizzazione turistica e produttiva, a partire dalla coltura dell’olivo, alla conduzione dell’oliveto in ottica biologica con il dott. Alberto Ciolli , alla cultura del prodotto rispetto ai benefici verso la Salute della persona nella dieta quotidiana con la dott. Anna Stefania Colaiacomo (Associazione Enzimi) fino alla degustazione e agli assaggi delle diverse varietà di olio nella splendida cornice del Borgo Medievale.

Un corso di degustazione di Olio EVO vedrà i protagonisti immersi in un viaggio sensoriale fra gli Oli EVO nazionali ed internazionali, grazie alla presenza del dott. Antonio Lauro, Agronomo e Presidente di “EVO IOOC Evo International Olive Oil Contest”.

Ulivi e paesaggio storico rurale del Lazio con l’esempio di Vallecorsa  saranno testimoniati egregiamente dall’esperto Agrotecnico dott. Ernesto Migliori.

Il tutto partendo da quella che è la cultivar autoctona per eccellenza, la “rosciola”, di cui si illustreranno le testimonianze del passato grazie al lavoro di ricerca della dott.ssa Irena Quaresima e, soprattutto, i progetti di studio e caratterizzazione per il futuro presentati dal Prof. M. Baldacci dell’Associazione “Assolivol”.

L’evento si aprirà con i saluti Istituzionali del Sindaco di San Vito Romano Maurizio Pasquali e Angelo Lupi presidente del GAL “ Terre di Pre.Gio”, ente fondamentale di supporto alle reti di vendita nello spazio rurale.

Insieme all’Arsial, che ha investito e premiato questo progetto, enti ed Associazioni territoriali hanno contribuito alla sua realizzazione, ponendo le basi per una crescita del territorio proprio a partire da uno dei suoi prodotti migliori: l’olio extra vergine di oliva.